mpsgcmsautomatedpyrolysis 1

gerstel

Desorbimento termico e pirolisi dello stesso campione possono essere eseguite in sequenza, consentendo all'analista di ottenere la maggior quantità di informazioni nel minor tempo possibile.

Sito Pagina Prodotto

PYRO Gerstel, pirolisi automatizzata

L’opzione GERSTEL PYRO per GERSTEL TDU consente la pirolisi e il trasferimento in GC/MS di campioni solidi e liquidi.

Il sistema TDU/PYRO è disponibile nella versione manuale o nella versione automatizzata la combinazione con il campionatore GERSTEL MultiPurpose Sampler MPS che consente l’automazione di 196 campioni in sequenza.

Con solo un metodo ed una sola tabella di sequenza l'analista può gestire il processo completo: desorbimento termico, pirolisi, e analisi GC/MS.

Il pirolizzatore è molto facile da usare:

  • Il campione è posizionato in un apposito contenitore, inserito nell'adattatore per Pirolisi/TDU e collocato nel vassoio multifunzione Sampler PYRO.
  • Il campione viene così inserito nel modulo TDU.
  • Il modulo TDU è istallato direttamente sopra l'iniettore criofocalizzato CIS.
    Il collegamento tra desorbitore e iniettore è diretto, tecnologia liner-in-liner, senza l'ausilio di transfer-line, per un trasferimento efficiente e senza rischi di contaminazioni tra l'analisi di un campione e l'altra.
  • I prodotti della pirolisi rifocalizzati nell’iniettore CIS, solo ad esperimento completato l'iniettore viene riscaldato velocemente per il trasferimento in banda stretta degli analiti in colonna. 

Ampia gamma di temperature di pirolisi

PYRO esegue pirolisi pulsata standard a temperature da 350 ° C a 1000 ° C.

La temperatura può variare da campione a campione per: 

  • analizzare diversi tipi di campioni in un'unica sequenza;
  • effettuare pirolisi sequenziale su più campioni identici in serie;
  • eseguire pirolisi frazionata su un singolo campione al fine di ottenere informazioni più approfondite.
  • In aggiunta a pirolisi pulsata, può essere programmato un riscaldamento in un range da 0,02 a 100 ° C / s.

Condizioni di analisi ottimali possono essere scelte per ogni tipo di campione e per ogni matrice.

Può essere effettuato un pre-desorbimento termico da temperatura ambiente fino a 350 °C, prima dell’esperimento di pirolisi per spurgare i VOC dal campione o per l’eliminazione del solvente.

Tecniche di pirolisi applicabili

  • Pulsed pyrolysis
  • Sequential pyrolysis
  • Fractionated pyrolysis
  • Desorbimento termico con vent del solvent e pirolisi del campione

Caratteristiche 

  • Iniezioni Split o splitless
  • Criofocalizzazione
  • Automazione efficiente e affidabile
  • Portacampioni dedicati e ottimizzati per campioni solidi e liquidi
  • Riscaldamento con filamento di Pt, temperature di pirolisi programmabili da 350 - 1000 °C
  • Connessioni Liner in liner / nessuna valvola lungo la linea del flusso
  • Sistema modulare flessibile
  • Software di controllo integrato GERTSEL MAESTRO

Prodotti correlati: