Agilent Cary 660/670 FT-IR

I sistemi Agilent 660/670 IR sono spettrometri FT-IR da ricerca avanzata ad elevatissima energia sul campione, 50 milli Watt di Throughput, e ad elevatissima risoluzione (0,06 cm-1).

L’elevatissima energia di cui sono dotati li posizionano ai vertici degli strumenti da ricerca, dando all’utente il vantaggio di poter lavorare con le più recenti tecniche di campionamento, quali: ATR singola riflessione o riflettanza diffusa, ottenendo spettri di elevatissima qualità, impossibili da ottenere sui sistemi tradizionali.

Caratteristiche Principali

Interferometro di Michelson a 60° Permatrac 3™(660) AIR BEARING (670), focale corta, ottica da 38 mm. Con sistema di allineamento Dinamico AUTOTRACTM (brevetto N. 5657122), che mantiene automaticamente allineato l’interferometro intervenendo in 10 nanosecondi. Velocità massima fino a 70 spettri al secondo (con detector MCT).

Sorgente brevettata DuraglowTM dotata dell’esclusivo sistema di retroriflessione in grado di generare un’emissione di radiazione infrarossa paragonabile a quella di una sorgente di doppia potenza (che richiederebbero un più complesso sistema di raffreddamento ad acqua).

Rivelatore con ottica di focalizzazione brevettata per l’utilizzo di tutta la superficie utile dell’elemento sensibile. Possibilità di montare due rivelatori interni.

Beam Splitter di grandi dimensioni, con superficie attiva da 38mm

Beam Splitter di rapida sostituzione da parte dell’utente, grazie al sistema di allineamento dinamico è facilissima la sostituzione del beam spitter, a macchina accesa e con immediato riallineamento automatico dell’interferometro. E’ disponibile una completissima gamma di beam splitter per coprire tutto il campo spettrale dal FAR IR (10 cm-1) all’UV (50.000 cm-1).

Risoluzione massima di 0.06 cm-1 non apodizzato. Tale risoluzione rende possibile l’utilizzo dello strumento nelle analisi più complesse come l’analisi di gas e di miscele complesse.

Ampio comparto campione (23 x 27 x 15 cm) capace di contenere tutti gli accessori esistenti e linee d’utilità, come cavi elettrici, linee per gas o altri fluidi. Il sistema ART, riconoscimento automatico degli accessori provvisti d’ID, permette all’utente non solo il controllo dell’interferometro e delle sue parti ma anche dei sistemi di campionamento con ID in uso.

Banco ottico essiccato e sigillato e provvisto di una cartuccia da 750 grammi di setacci molecolari, rigenerabile, in grado di assorbire fino a 92 grammi /ora d’umidità.

Sistema di Validazione in automatico per accuratezza di lunghezza d’onda, risoluzione ottica e accuratezza fotometrica. Utilizza uno standard di polistirene montato su un sistema motorizzato all’interno del banco ottico.